la-stagione-fredda

Il freddo intenso, l’umidità, gli sbalzi di temperatura tra ambienti surriscaldati e l’esterno, la permanenza in luoghi affollati e poco arieggiati, le polveri e l’inquinamento atmosferico tipico delle grandi città rappresentano tutti fattori che possono compromettere funzionalità ed efficienza difensiva delle prime vie aeree e del sistema immunitario facilitando l’ingresso e la moltiplicazione di quei microorganismi responsabili dell’insorgenza delle patologie di raffreddamento.
Raffreddore, faringite, laringite, influenza, infatti, sono patologie prevalentemente causate da virus che si diffondono da una persona all’altra per mezzo di starnuti, colpi di tosse, l’atto del parlare, per contatto con soggetti ammalati o attraverso oggetti contaminati: telefoni, maniglie, tavoli, giocattoli o quant’altro.
Una volta che, tramite le mani, il virus è stato veicolato al naso, esso comincia a moltiplicarsi e a diffondersi verso gola, trachea e bronchi causando naso chiuso e colante, arrossamento ed irritazione degli occhi, mal di gola, tosse, raucedine sino ad una eventuale febbre.

LA STAGIONE FREDDA